A quando i pagamenti del Reddito di cittadinanza sospesi a febbraio

L’Inps aveva comunicato che i beneficiari del Reddito di cittadinanza avrebbero dovuto adempiere al rinnovo dell’Isee. Lo stesso Istituto aveva anche informato che laddove non si fosse ottemperato all’aggiornamento, si sarebbe incorso nella sospensione dell’erogazione.

Rdc sospeso a chi non ha aggiornato l’Isee

Chi non ha aggiornato l’Isee entro il 31 gennaio si vedrà sospeso il pagamento. Entro la fine di gennaio era obbligatorio presentare il nuovo Isee, pena la sospensione dell’erogazione di febbraio.

Attenzione alle novità per il Reddito di cittadinanza

Perché si deve rinnovare l’Isee

Il rinnovo dell’Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) serve a certificare il mantenimento dei requisiti economici. In caso contrario il Reddito è sospeso fino a nuova documentazione “conforme” alla normativa. Se l’Isee cambia non è necessario produrre una nuova domanda, è infatti sufficiente la presentazione dell’Isee aggiornata. Le eventuali modificazioni dell’importo avveranno in automatico.

Chi non ha presentato l’aggiornamento

Sono stati diversi i cittadini che non hanno osservato quest’obbligo entro i termini di tempo previsti e si sono visti sospesa la “ricarica” del Rdc per il mese di febbraio. In taluni casi, la sospensione ha interessato anche quelli che hanno aggiornato in tempo il proprio Isee e malgrado ciò sono ancora in attesa di ricevere l’accredito sulla card.

I pagamenti saranno riattivati tra pochi giorni, fanno sapere dall’Inps, e precisamente tra il 13 e il 17 marzo, quando verrà effettuato il pagameno della mensilità di febbraio, per chi non l’ha ancora ricevuto.

Naturalmente per l’erogazione di marzo si dovrà aspettare la fine del mese.

Le scadenze dei pagamenti

Normalmente l’accredito del Reddito di cittadinanza avviene a partire dal 27 del mese, fino all’ultimo giorno del mese. Potrà quindi verificarsi il caso di un beneficiario che si veda accreditato l’importo, uno o due giorni prima di un altro.

Come funziona

Il meccanismo è semplice, l’Inps invia le disposizioni di pagamento a Poste italiane, che poi provvede ad affettuare il pagamento versando l’importo stabilito sulla card del beneficiario.

Le nuove domande

I pagamenti arriveranno a marzo per coloro che hanno inoltrato domanda per il Rdc a febbraio. L’Inps provvederà alla verifica ed alla regolarità della domanda e della documentazione presentata, e poi inizierà a disporre il pagamento a Poste Italiane. L’accredito quindi se tutto risulterà regolare, entro il 15 marzo dovrebbe essere disponibile.

Pubblicato da Giorgio Consolandi

Giorgio Consolandi – Romano di nascita, apolide per istinto. Impegnato ideologicamente per il sociale, sento forte da sempre il dovere del perseguimento della giustezza e la difesa dei deboli. Contrasto con ogni mezzo i soprusi, sebbene consapevole che il concetto di società perfetta, rimarrà utopico. Ateo, perché rifiuto il concetto di creatore, pongo l’uomo al centro dell’universo e lo rendo responsabile delle sue scelte. Mi interesso di politica poiché credo sia necessaria una visione ampia di tutte le attività umane e della regolamentazione di esse, sono tuttavia consapevole della fallibilità e dell’imperfezione della politica, più che disilluso, continuo ad essere un sognatore, e lotto perché i sogni si concretizzino. La scrittura come forma espressiva del pensiero ed il pensiero come strumento motore della scrittura mi inducono a raccontare le mie analisi personali, le critiche, le esaltazioni, le allucinazioni ed i miraggi che la vita mi infligge senza compassione e senza chiedere permesso. Se cade il mondo io non mi sposto, cerco invece, in un esercizio vano e disperato, di trattenerlo ancorato alla logica ed alla ragione, al sentimento ed all’amore, ma sono sempre più solo. Sostengo ed attuo la difesa degli animali, la loro tutela contro inutili sofferenze ed abusi. Sono figlio degli anni ’60 e ne porto addosso le emozioni e le pulsioni che la mia generazione ha ricevuto. Ho coscienza di far parte di un segmento storico, giudicato con impietosa severità da chi ci succede. La mia generazione ha prodotto contraddizioni morali, etiche, religiose e anche sociali, ma ha determinato la crescita del Paese. I miei J’accuse sono sassi gettati nel lago, lo so che qualcuno è sempre pronto ad accodarsi alla lotta, ne sono convinto!