Giulia Cecchettin, la sorella: “Non serve piangersi addosso, proteggere le ragazze” – Video. Adnkronos – ultimora

(Adnkronos) – “Un minuto di silenzio per Giulia non serve, non è necessario, bisogna prendere questa cosa come esempio per trasformare la vita e il destino di altre ragazze. Stare qui a piangere, con le mani in mano, non serve a nulla: dobbiamo proteggere le ragazze del presente e del futuro perché Giulia questo avrebbe voluto”. Lo afferma Elena Cecchettin, sorella di Giulia. Per l’omicidio della ragazza è stato arrestato l’ex fidanzato Filippo Turetta. Elena pronuncia queste parole sostenuta dal papà Gino che ha chiesto alle ragazze di denunciare e alla stampa di non fare domande sui dettagli della morte di sua figlia.  

cronaca